Uncategorized

Giorgio Cioccoloni – vivere la Selezione in prima persona

316 visite

FdR: Iniziamo presentando Giorgio..
Gio:
Giorgio Cioccoloni 11/10/76, vivo a Milano ma sono marchigiano d’origine quindi guardo con interesse al centro Italia. Sono Responsabile Risorse Umane di AREA gruppo SMA (AUCHAN,BRICO,LEROY…) le mie precedenti esperienze sono state in Selezione “Banca Intesa”, in Gestione del personale per “Autostrade per l’ Italia”, e in Bormioli Rocco in qualità di Responsabile Risorse Umane di stabilimento.

FdR: Qualche numero riguardo la tua Azienda..
Gio:
Il gruppo in cui sono approdato opera nella grande distribuzione organizzata, con una struttura multibrand (Cityper, Sma, PuntoSma, Simply), ognuno dei quali caratterizzato da una propria filosofia commerciale che si riflette su un modello di gestione delle risorse differente. La Società ha circa diecimila dipendenti, ed il mio compito è di gestire, in accordo con la politica di gruppo, l’intero processo legato all’area risorse umane: dallo Sviluppo Organizzativo sino alle Relazioni Sindacali per un’ area che conta circa tremila dipendenti, dislocati su 55 filiali commerciali. Il fatturato dell’area è di circa 450 milioni di euro,ed è la più importante in italia.

Gestisco un team di 6 risorse, con competenze nell’area Amministazione, organizzazione del lavoro, Sviluppo, e un Assistente RRU.

FdR: Hai appena accennato ad un cambiamento recente. Cosa ti ha portato a valutare una nuova opportunità?

Gio: Nel mio caso i motivi del cambiamento sono stati legati all’impossibilità di crescere all’interno della mia precedente Azienda. A questo va aggiunta la possibilità di gestire una realtà più complessa nei temi legati alla Gestione Risorse Umane, all’ acquisizione di nuove e più ampie responsabilità, poter sperimentare per la prima volta una prestazione agganciata ad un MBO con degli obbiettivi concreti da raggiungere, ed infine la gestione di un team di risorse caratterizzate da competenze trasversali. Non nascondo che avevo voglia di conoscere anche un ambiente diverso.. Ritengo che a parità di competenza, la differanza tra candidati risieda nella motivazione a ricoprire un determinato ruolo. I contatti che possono agevolare un cambiamento possono essere quelli più banali come spedire il proprio cv alla società di selezione, ma anche un aperitivo può essere un momento per farsi conoscere e raccontarsi.

La Bormioli è stato un momento impotante della mia vita non solo professionale, ho vissuto tanti momenti anche difficili legati ad esempio alla chiusura di uno Stabilimento produttivo e alla conseguente gestione delle Cassa integrazione ordinaria diventata poi straordinaria, per arrivare alla vendita dello Stabilimento ad un altro gruppo, un lieto fine inaspettato per centinaia di lavoratori ,per le loro famiglie per le quali si prospettava un periodo di mobilità con successiva chiusura dello stabilimento.

All’introduzione e successiva gestione di nuovi modelli organizzativi più performanti ,a molteplici accordi integrativi , alla gestione de cambiamento culturale.

Credevo che lasciare l’Azienda fosse facile, ed in realtà poi ti rendi conto che nascono dei rapporti( anche difficili, considerati i processi di ristrutturazione) ,dello smarrimento e l’incredulità che ho letto in alcuni volti, tutti infatti, hanno saputo del mia decisione l’ultimo giorno…

Lascia un commento