Eventi

Il primo evento dell'anno di FdR inizia con una "fuga". Quella dei Talenti, con Sergio Nava in Bassilichi.

12 commenti920 visite

FiordiRisorse riapre l’anno con un evento straordinario. Sarà Bassilichi questa volta ad ospitarci per un argomento manageriale di grande attualità: c’è spazio per le idee nelle nostre aziende?

Non si parla solo di giovani, di Italia, di Sistema. Non ci saranno parole orribili come “start-up”, “engagement” e “crisi”.
Qui si parla di un argomento che da sempre è sul palcoscenico del mondo del lavoro.
Ovvero: le nostre aziende sanno valorizzare le persone? Le istituzioni sanno valorizzare le idee?

Da qui parte allora “la fuga”: verso altri Paesi, verso altre aziende, verso altre realtà.
Ne parliamo con Sergio Nava, giornalista e conduttore su Radio24 della trasmissione “La Fuga dei Talenti” e con alcuni direttori del personale di aziende Toscane.

Per prenotarsi e consultare il programma della serata:
http://italentidifdr.eventbrite.it/

12 Commenti

  1. Sono “reduce” dalle feste natalizie, che sono state l’occasione, oltre che per mangiare troppo, per rivedere tutti quegli amici che hanno fatto la “scelta” di andare all’estero.
    Scelta sempre relativa: sia che si parli di aziende o di università, il comune denominatore di ogni storia è l’obbligatorietà della “scelta” dovuta alla mancanza di reali alternative.
    Scelta magari problematica a livello personale, fatta magari pensando “vado per un paio di anni, e poi…”
    Solo che l’attuale situazione non permette nemmeno di immaginarlo, un “rientro in patria”: se torni adesso non ti verrà chiesto il “passo indietro” a livello di stipendio… ti incamminerai proprio verso la disoccupazione. Ed intanto le nostre persone si costruiscono una vita sempre più stabile all’estero, e magari saranno il “motore” della ripresa… per altri paesi.
    Ci sono reali alternative?
    Lo scopriremo insieme il 24/01 in Bassilichi!

    ps: Una piccola segnalazione per tutti gli interessati: occhio anche alla “fuga dei biglietti”! Ieri, classica giornata “di ripresa”, ne sono stati staccati davvero un bel po’! Consiglio gli interessati di sbrigarsi a prenotare!

  2. Finalmente si è arrivati al punto focale!
    La fuga dei talenti è per la massima parte dovuta al fatto che in Italia non si valorizzano (anche solo “brutalmente” in termini economici) le risorse umane.

    Il fatto che si parli di giovani talenti e non di talenti “tout court” forse è dovuto al fatto che i vecchi talenti non possono più scappare, sia per vincoli familiari, sia perchè la professionalità maturata in Italia è poco spendibile all’estero, sia per problemi di contributi versati che il più delle volte andrebbero persi.

    Perciò suggerisco di fare un passaggio ulteriore e di parlare di valorizzazione di talenti in Italia.

  3. Sono particolarmente lieto ed orgoglioso che il primo evento 2013 di FiordiRisorse (MUSTer in corso a parte) sia con Sergio Nava, a Firenze.
    Seguo da molti anni, con grande interesse, la trasmissione di Sergio Nava su Radio24 (Giovani Talenti), con un misto di curiosità, entusiasmo per i bei risultati raggiunti da nostri connazionali under 40 ed un po’ di dispiacere/rabbia.
    Sergio si è mostrato molto disponibile ed aperto fin dai primi contatti ed averlo tra noi in questa occasione sarà un onore ed un grandissimo stimolo alle sempre ricche discussioni (live e on line) di FiordiRisorse!

    Mi aggrego a Stefano: occhio alla fuga dei biglietti!

    Saluti,
    Giorgio

  4. Ho sempre pensato che il problema non siano i cervelli in fuga, ma quanto pochi ne arrivano in italia. Quanto sono i nostri colleghi stranieri nelle aziende italiane? Quanto poche sono informazioni su quanto avviene fuori dai confini? Se riuscissimo ad attrarre più stranieri nelle posizioni di vertice delle aziende, forse riusciremmo anche a cambiare il modo troppo provinciale con cui si gestiscono le risorse umane ed il loro sviluppo.
    Comunque bella occasione discutere di questo tema con Nava di cui ho sempre apprezzato la chiarezza.
    Saluti sandro

  5. Bella occasione. Arrivato tardi, tutto esaurito. Mi metto in lista di attesa, magari qualche “talento” nel frattempo va all’estero…

  6. Sono contenta di partecipare all’evento FdR su questo tema e di coinvolgere, per la mia prima volta, mio marito perché… anche io mi sento un Talento che vorrebbe fuggire. Ma io ho pensato di mettermi in proprio, ossia di crearmi un lavoro mio invece di cercarlo in un’azienda di altri fondando la mia startup (definizione che indica aziende nate da meno di 3 anni). Per questo non capisco perchè la parola “startup” (positiva perchè un’azienda che nasce dovrebbe rappresentare una speranza per il futuro) risulti orribile e abbinabile alla parola “crisi” (negativa e che nega qualsiasi speranza) all’organizzatore di questo evento. Attendo ragguagli e ci vediamo il 24 gennaio!

  7. Mi fa molto piacere partecipare a questo evento perché il tema è sicuramente attuale. Sono d’accordo con @stefano, il problema non è la “fuga”, ma la mancanza di possibilità di rientrare in Italia. La possibilità di fare esperienze all’estero è fonte di arricchimento, per tutti coloro che si dimostrano aperti, curiosi e hanno voglia di mettersi alla prova in contesti nuovi e oltreconfine, e potrebbe esserlo anche per il Paese Italia, dove la ricerca e l’innovazione piangono, sia per la penuria di investimenti, che per la mancata valorizzazione dei talenti che decidono di rimanere. Occorrerebbero politiche mirate ad attrarre talenti e a riportarli in Italia, ma soprattutto occorrerebbero ambienti e climi nelle aziende e nelle Università che siano veramente elementi di attrazione…intendo non solo un sistema retributivo congruo, ma anche organizzazione, meritocrazia e tanta formazione.

  8. Proprio perché purtroppo non riuscirò ad esserci, chiedo: possibile seguire l’evento a distanza?
    Mi spiego: non è che la tecnologia così funzionale di Bassilichi (ospiti della serata) riesce ad organizzarci – solo per questa volta – uno streaming da qualche parte sul web?
    Sarebbe una bella opportunità, anche se in piena deroga al nostro stile FdR.

    In bocca al lupo Toscana!

  9. Chi vuole mettersi in lista d’attesa, acceda al gruppo su Linked in: c’è un post di Lucio Insinga, intitolato “Io mi sono iscritto”; vi prego pertanto di indicare lì la vostra richiesta.

    Grazie,
    Giorgio

  10. Siamo felici di ospitare il primo evento dell’anno di FdR e piacevolmente sorpresi dal “sold out”!

    A chi non potrà essere presente chiediamo di seguire l’hashtag #talentiFdR e il nostro profilo twitter ufficiale @BassilichiSpA

    A domani

Lascia un commento