News

La Festa di Fiordirisorse: FDR Summerfest 5

1 comment1041 visite

Gruppone_web2Nonostante io faccia parte di Fiordirisorse fin quasi dall’inizio, mi sono resa conto che non avevo mai partecipato alla festa d’estate. Motivi vari mi hanno impedito di prender parte gli anni passati, con grande rammarico. Quest’anno me lo sono imposto, cascasse il mondo non sarei mancata! Al punto che mi sono ritrovata 2 sere di fila nella bella tenuta di Poggio Casciano di Ruffino, pur di esserci (ma questa è un’altra storia).

Veniamo alla Festa di FDR. La prima cosa che voglio dire, e che mi ha colpito molto durante la serata, è che vedere così tante persone arrivare fin lì da tutta Italia (170?!!!) con tanto di pulmini e macchine condivise, e sentir raccontare tutto quello che è stato fatto dalle varie Regioni, coinvolgendo aziende importanti sul territorio, mi ha fatto pensare a quanta strada è stata fatta da Fior di Risorse. Da una cena al Ristorante Rossini con una decina di “visionari” e un progetto che poteva sembrare folle, in pochi anni sono arrivato oltre 5000 iscritti al Gruppo su Linkedin (e noi sappiamo che sono tutti profili selezionati, e non gli amici… delle scuole elementari!!). Ma soprattutto sono arrivati incontri, serate, weekend, un master che è un MUSTer; e si è creato qualcosa che prima non c’era. Un’idea diversa di fare networking.

Ma questo articolo non vuole essere una lode a FDR, bensì il resoconto della serata. Dunque, andiamo con ordine. L’arrivo è scaglionato: qualcuno verso le 18.30 per la visita alle cantine, il resto dalle 19.30. Il luogo è spettacolare, immerso nelle colline del Chianti. La tenuta ha un bel loggiato e un giardino all’italiana. Le persone si disperdono piacevolmente sorseggiando vino e chiaccherando. Saluto con gioia amici che non rivedevo da tempo, come la Giovanna Coppini  che si è trasferita a Bologna, o altri che non sempre sono presenti agli eventi FDR. Ma allo stesso tempo sono sorpresa che persino a questa festa si siano creati momenti business e di scambio idee. Davanti a un bel chianti Ruffino è stato piacevole conoscere un giovane AD di un’azienda di Greve, con cui abbiamo discusso del ruolo dei Social Networks nel B2B.

Verso le 20 c’è stata la “chiamata alle armi”: sul palco allestito per l’occasione, dopo gli onori di casa di Osvaldo con Paolo Vergnani, con una serie di aneddoti divertenti su chi ha osato e chi no (#nonsiimprovvisaacaso), sono sfilati con una precisione svizzera – grazie a Luana per la gestione dei tempi – i vari Regional, per raccontare quello che è stato fatto e quello che sarà fatto in autunno. Incredibile quante cose, io spesso mi concentro sulle attività in Toscana (chiedo scusa per la pigrizia) ma mi rendo conto che anche le altre regioni non scherzano e ne hanno organizzate di cose. Mi segno in agenda che devo andare a qualche evento anche nelle Marche o in Umbria.

E ancora, sul palco: la giovane Alice Santella, creatrice del nuovo logo di FDR, e per chiudere Massimo Nitti e Roberto Fumarola per illustrare rispettivamente il nuovo sito e la nuova piattaforma di E-Commerce (della serie qui il sito non lo fa il cugino dell’amico, ma dei veri professionisti!).

Un applauso a tutta l’organizzazione: alle prime linee composte da Giorgio, Paolo, Marco, Annamaria che smistavano gli arrivi, meglio di una compagnia aerea all’apertura del gate; alle belle fanciulle dedicate al merchandising (belle le nuove polo, eh?) e a tutta la macchina da guerra (con Antonio, Stefano, e tanti altri) che da mesi lavorano a questo evento. Ho visto parte dello scambio mail e messaggi in piattaforma e posso assicurarvi che c’è stato un lavoro dietro le quinte non da poco.

1 Commento

  1. Solo oggi ho potuto riaprire il sito di FdR per il resoconto ufficiale della “Festa”, scoprendone la nuova veste.
    Sinceri complimenti agli autori ed a tutti coloro che hanno contribuito alla sua realizzazione!

Lascia un commento