Eventi

Il Marketing della percezione: come si orientano le aziende per orientare i consumatori?

4 commenti1682 visite

Come in tutti i libri o articoli che si rispettino, il titolo si scrive alla fine perché è solo alla fine che tutto è più chiaro. E infatti il “Marketing della percezione. Quel gusto non m’inganna!” è venuto fuori così, tra una delle nostre solite cene FdR Marche e un’ispirazione  last minute di Osvaldo.

Lavoriamo da un po’ di mesi a questo progetto con Lucia Bailetti, direttrice del Centro Italiano di Analisi Sensoriale e ingegnere agroalimentare appassionatissima di marketing e comunicazione: ora abbiamo trovato il tempo giusto e il modo migliore per offrire questo evento marchigiano targato FiordiRisorse.

Ci sarà da divertirsi parecchio, un po’ perché il tema è davvero pieno di spunti e sfumature (che ci toccano sia come aziende che come consumatori) e un po’ perché giocare con i sensi accende sempre molti entusiasmi. Per un gruppo ristretto di 15 fortunatissime persone sarà addirittura possibile partecipare ad un workshop sensoriale molto particolare (ancora tutto top secret) per poi vivere tutti insieme l’evento vero e proprio dedicato al Marketing della percezione.

Ci chiederemo come le aziende orientano e posizionano i propri prodotti e, soprattutto, cercheremo di capire se sia più vincente per le aziende scegliere di “fare solo un buon marketing” o “fare solo un buon prodotto”.  Saremo ospiti di una realtà aziendale molto diversa dal comune perché dentro il CIAS si lavora per intercettare le esigenze dei consumatori lavorando sulla polisensorialità. Ne impareremo delle belle da Lucia Bailetti e dal suo team che la affianca ogni giorno per rispondere alle richieste di analisi e marketing  che arrivano soprattutto dai grandi brand dell’industria del food  (parliamo di prodotti come Nutella ed Estathe, giusto per citarne un paio) ma anche della dermocosmesi e della farmaceutica. E infine l’intervento di Alessio Cavicchi, docente di Economia Agraria all’Università di Macerata, col quale metteremo a fuoco anche la cosiddetta “Marketing Myopia”: una bella sfida!

Vi aspettiamo al CIAS di Matelica, in provincia di Macerata, venerdì 31 maggio.

Ecco il link Eventbrite per partecipare: http://percezioni.eventbrite.com

Affrettatevi a prenotare!!!

4 Commenti

  1. Le nuove frontiere della comunicazione e del marketing sono un ambito molto interessante, soprattutto in questi tempi “difficili”.

    Un evento, questo al CIAS, che si presenta molto stimolante e, probabilmente, anche più “gustoso” del solito 😉

  2. Per me che mi occupo di packaging sará un vero approfondimento di settore parlare delle sensazioni trasmesse da certi prodotti e delle scelte che orientano i consumatori. Ma so già che ci sarà un bello scambio dialettico fra partecipanti e la nostra ‘padrona di casa’ Lucia perché non saremo a scuola, ma fra amici

  3. Una tematica come questa in questi momenti?
    …vi assicuro che ci sarà molto da condividere.
    Sono 10 anni che io lavoro su di questo in Italia e vi posso assicurare che il cambiamento nelle decisioni strategiche dell\’aziende sono evolute moltissimo, adesso non ci sono più i grandi \"guru\" delle strategie di marketing, oggi più che mai si cerca di collegare la percezione del prodotto con il consumo, minimizzando il gap tra consumo e consumatore.
    Molta comunicazione che oggi vediamo o sentiamo sono frutto di studi di prodotto e consumatore, il consumatore ha bisogno di sentirsi affiancato dal prodotto, che il prodotto sia parte della sua esperienza di vita, si torna a gustare, anussare, toccare, ascoltare, osservare….. ma con cosa??
    \"Mi passi l\’olio papà??\" cosa vuol dire, cosa c\’è dietro??, \"La scioglievolezza\" della cioccolata Lindt perchè è il loro cavallo di battaglia?
    Chi acquista una Ferrari sicuramente lo fa perchè il rumore del suo motore è come la voce di una bella donna che sussurra dolcemente alle sue orecchia.
    I famosi wafer con crema di nocciola e cioccolata vogliono viaggiare attraverso l\’oceano e sbarcare nel lontano oriente o nella Big Apple, ma come posizionarli, la loro esperienza è simile alla nostra??
    Cosa ne pensate?? abbiamo da chiacchierare venerdi, vero??
    Sono felicissima di condividere con voi questi momenti, sarà un momento di confronto e condivisione con molti sorrisi specialmente del mio "itagnolo"!!!!

Lascia un commento