FormazioneIn evidenzaMUSTerNews

Tira una bella aria nel MUSTer di quest’anno.

1032 visite

Quest’anno il MUSTer di FiordiRisorse ha preso una piega insolita.

Sarà a causa di un gruppo di “studenti” molto affiatato (composto per un terzo dai soliti MUSTeristi seriali che tutti gli anni decidono di re-iscriversi), c’è da dire che anche i nuovi si sono subito ambientati molto bene e ben amalgamati.

Sono ben 40 (quaranta!) gli iscritti al settimo anno del percorso manageriale di FiordiRisorse e quando attraversiamo i pavimenti delle fabbriche che visitiamo, degli spazi aziendali a disposizione per le nostre lezioni, sembriamo una carovana, eppure una volta tutti insieme, sembriamo anche molto uniti.

operaia selle

La corteccia di quest’anno è molto varia, sia dal punto di vista regionale (Piemonte, Emilia, Lombardia, Liguria, Veneto, Toscana, Marche), sia dal punto di vista funzionale: con noi c’è l’Amministratore Delegato di Toyota, un sales manager di Diadora, una responsabile della comunicazione di Cisco, ci sono tre CEO che dirigono le rispettive aziende, una nel settore dell’edilizia, della finanza e delle infrastrutture informatiche, il Vice Presidente di Webit che offre soluzioni informatiche e poi un CFO. Ma anche una giovanissima HR Specialist con 2 anni di esperienza aziendale iscritta dalla sua azienda, la famosa Dallara di Parma. E poi la National Key Account di Free2Move, servizi innovativi per la mobilità, così come MG2, azienda di Pianoro ha iscritto ben tre collaboratori di tre aree diverse, IEG Expo ha inviato due persone, una da Vicenza e una da Rimini, e ancora Hera, così come Imola Informatica e Cir Food che da diversi anni utilizzano il MUSTer per la formazione dei propri collaboratori. E poi ancora Italgas e Pregel, Matite Giovanotte e SCR Consulenza, fra le new entry e ancora Selle Royal e Cartotecnica Postumia che oltre a iscrivere al MUSter i propri collaboratori, quest’anno lo ospitano anche. Non ultimi i liberi professionisti e i consulenti che hanno capito il vantaggio di formarsi in un luogo estremamente contaminato.

Meno fortunati coloro che il MUSTer hanno dovuto pagarselo da soli, perché le proprie aziende erano troppo occupate a “valutare altro”. Queste non sanno che i loro collaboratori stanno facendo da soli un percorso di crescita, mentre la loro azienda continua a fare “come sempre”. Non è un caso se proprio queste Persone rivelano una curiosità, una ricettività e una fame di conoscenza fuori dal comune.

Ma la vera sorpresa è caratterizzata dalle aziende che ci ospitano, che quest’anno ad ogni tappa ci stanno sorprendendo nel veder pubblicare dai propri Company Account su Linkedin, alcuni post di soddisfazione per il tempo trascorso insieme e per lo scambio di energie che si crea fra MUSTeristi ed azienda ospitante.

Engie Feedback

 

Postumia feedback

Se non quando addirittura dagli account dei loro Amministratori Delegati:

Olivier Jacquier feedback

 

Pierluigi Gava Feedback

 

Marco Villa Feedback

E’ indiscutibile il valore che il MUSTer dà e riceve:

Le aziende ospitanti hanno la possibilità di esprimere al meglio i propri valori, perché i musteristi vivono l’azienda, entrano in produzione o negli uffici, sono i collaboratori dell’azienda che spiegano processi e raccontano il loro ruolo in ognuno di essi.

E questa è il secondo beneficio per l’azienda, perché dai manager più importanti fino all’operaia che ci racconta come ogni giorno è grazie a lei che un prodotto esce dalla fabbrica, questo rimane il modo più bello e coinvolgente per far sentire i propri collaboratori parte di un contesto e trasmettere loro stima e fiducia.

Per i musteristi è un regalo prezioso.

Non ci sarà mai alcuna slide o filmato istituzionale che riuscirà a trasferire le stesse emozioni e la stessa concretezza di chi l’azienda la vive giorno per giorno. Non c’è paragone fra attraversare una fabbrica o un ufficio e fermarsi ad ascoltare quelle persone, anziché farsi raccontare l’azienda da un “inviato speciale” fra quattro mura di un’aula.

E infine, i momenti in cui i MUSTeristi si ritrovano: il viaggio per andare e tornare verso le nuove destinazioni, ma soprattutto le cene a cavallo fra le due giornate di MUSTer. Quest’anno i MUSTeristi hanno chiesto di potersi confrontare sul tema della giornata ed è davvero straordinario osservarli mentre condividono le proprie esperienze, i propri punti di vista, scambiando informazioni e aneddoti con cui si nutrono a vicenda.

C’è una bella aria nel MUSTer di quest’anno.

Noi di FiordiRisorse
https://news.fiordirisorse.eu/chi-siamo/

Lascia un commento