#FdRSummerFest

SummerFest 2019: quando l’equilibrio è il segreto.

504 visite

In natura gli esseri viventi prosperano quando l’ecosistema in cui sono ospitati è in equilibrio: troppi predatori e poche prede in un reale ristretto potrebbero portare all’estinzione gli uni o gli altri; troppi erbivori in un unico prato rischierebbero di esaurire la loro unica fonte di cibo; troppi maschi e poche femmine portano a lotte anche feroci, magari anche all’interno degli stessi gruppi.

E noi esseri umani (scimmioni intelligenti) quand’è che siamo in equilibrio?

Considerando che siamo gli unici mammiferi a sapere che abbiamo un data di scadenza, potremmo e dovremmo cercare un equilibrio tra le risorse meno disponibili e rinnovabili. Cibo e partner non sono più un problema di sopravvivenza; un rifugio in testa l’abbiamo. Quello che certamente manca è il tempo e non sto parlando della sua semplice gestione, ma della sua qualità. E siccome non tutti hanno la fortuna di fare quello che gli piace davvero trasformando il lavoro in passione o viceversa, è legittimo ambire a momenti di relax, estraniazione o divertimento.

Così va a finire che tra un lavoro amato o uno odiato, la cura delle relazioni familiari ed il giusto divertimento, non resta il tempo per pensare agli altri; quelli che non conosciamo direttamente, ma che di certo sono – solo per sorte – più sfortunati di noi.

A meno che non sei un pezzo di Fior di Risorse: a quel punto puoi toccare con mano la magia dell’equilibrio.

In un unico contesto puoi riabbracciare amici cari, scoprire i lati nascosti e meno illuminati della storia e provare a capire qualcosa di più su cosa ci propinerà il futuro

Puoi anche scoprire una donazione a favore di musicisti in formazione che meritano un’opportunità o notare che anche il vento cessa di soffiare quando Eltjon ti racconta in diretta la sua odissea, felice di poter dire “io ce l’ho fatta“, pensando in quello stesso secondo a tutti quelli che invece non ci sono riusciti. Già, ma a sopravvivere.

Passare dalle risate spensierate alla tensione del racconto di una tragedia richiede tanto equilibrio e dinamismo oltre alla giusta dose di coraggio e sensibilità in chi organizza: un’autentica occasione di imparare che c’è sempre un altro modo per fare le cose. Basta cercarlo, crederci ed avere intorno persone in grado di farlo accadere.

Fior di Risorse è l’ecosistema che consente tutto questo. Ancora una volta felice ed onorato di farne parte.

Lascia un commento